30 marzo, Giornata per le persone con disabilità intellettiva

famigliaMercoledì 30 marzo 2016, alle ore 11.00, a Palazzo del Quirinale a Roma, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, verrà celebrata la Giornata Nazionale delle persone con disabilità intellettiva. Le federazioni Fish (Federazione Italiana Superamento Handicap) e Fand (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità), con il supporto di Anffas Onlus (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), Angsa Onlus (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) e AIPD Onlus (Associazione Nazionale Persone Down) promuovono l’evento con lo scopo di accendere i riflettori sulle condizioni di vita, le opportunità e i diritti, nella speranza di aiutare la lotta alle discriminazioni che le persone con disabilità intellettiva subiscono. L’evento al Quirinale, alla presenza del Presidente Sergio Mattarella, vedrà la partecipazione di persone con disabilità provenienti da tutta Italia. Parleranno i diretti protagonisti: una lavoratrice con la sindrome di Down, un pianista con autismo, una famiglia, una giornalista e scrittrice, due giovani con disabilità intellettiva che presenteranno la «Dichiarazione di Roma sulla promozione dell’autorappresentanza in Italia ed in Europa».
L’evento, trasmesso in diretta su Rai 1 dalle ore 10.55 alle ore 12, sarà condotto dal presentatore Flavio Insinna.

Inoltre prima dell’evento pubblico il Presidente Mattarella incontrerà in forma privata una delegazione ristretta cui parteciperanno per Anffas il Presidente Nazionale e la Vice Presidente Laura Mazzone. Nel corso di questo momento privato sarà presentato un documento condiviso con le altre Associazioni coinvolte dove verranno evidenziate le maggiori criticità e urgenze che riguardano le persone con disabilità intellettiva e relazionale e i loro familiari, in modo che lo stesso Presidente possa, con l’autorevolezza della sua carica, richiamare l’attenzione degli italiani sui loro diritti.

Per ulteriori approfondimenti, ecco il comunicato stampa ufficiale.