Alternanza scuola-lavoro: un modo utile di fare arte insieme ai ragazzi del Liceo Artistico

Si conclude oggi il percorso di alternanza scuola-lavoro che ha visto impegnata la classe quarta D del Liceo Artistico A.Frattini  di Varese, insieme agli ospiti e operatori dei Centri di Bobbiate e La Nuova Brunella. L’esperienza durata diversi mesi ha permesso di far incontrare la scuola con il mondo della disabilità e dell’autismo, l’arte con gli interventi riabilitativi, gli studenti con le persone fragili che frequentano i nostri Centri. Gli studenti, a conclusione di questa esperienza, hanno presentato i progetti sulle stimolazioni multi sensoriali realizzati in piccoli gruppi che sono stati poi donati a beneficio dei nostri ospiti.

“Abbiamo provato a immedesimarci in una condizione [quella dei bambini con autismo n.d.r.] che non è la nostra e che non era la nostra di quando eravamo piccoli – racconta LetiziaAbbiamo capito che a questi bimbi serve sperimentare le cose nella loro semplicità e quindi per realizzare il nostro progetto abbiamo dovuto mettere da parte quello che ci eravamo immaginati prima di cominciare”

Katia Mina, Responsabile del Polo Bobbiate che ha coordinato le attività, spiega: “E’ stato un reciproco scambio di prospettive. Siamo molto entusiasti del percorso fatto e anche i nostri ospiti sono stati molto partecipativi. Spero che potremo ripetere l’esperienza con altre classi”.

I ragazzi  del Liceo hanno dunque sperimentato “un modo utile di fare arte” e insieme ai nostri ospiti hanno vissuto una bella esperienza di inclusione sociale.
Grazie a tutti per aver partecipato e alla prossima!