Buon 2015, anno della vita indipendente

auguri-buon-2015L’anno che sta arrivando, come diceva “L’anno che verrà” di Lucio Dalla, tra un anno passerà. Noi di Fondazione Piatti, sempre seguendo le parole di Dalla, ci stiamo preparando, ma – qui sta la differenza con la canzone – lo facciamo da sempre. Quanto meno, facciamo il massimo per essere pronti ad affrontare un’altra impegnativa corsa a tappe lunga 365 giorni. Il 2015, nell’universo Anffas, sarà l’anno della vita indipendente, e a questo tema è infatti dedicata l’agenda associativa annuale.

Il diritto alla vita indipendente è sancito dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità. Un diritto che va sostenuto con forza ai tavoli governativi, affinché la politica mantenga alto il livello dell’impegno nei confronti delle componenti più fragili della società, ma non solo. Anche e soprattutto nei servizi alla persona il diritto alla vita indipendente deve essere accolto nella progettazione attraverso il corrispettivo “dovere all’ascolto”. Non tutte le persone con disabilità intellettiva e relazionale di cui ci prendiamo cura sono in grado di esprimere il loro pensiero e di scegliere dove, come e con chi vivere. Ma chi è in grado di farlo deve essere ascoltato, e in molti centri di Fondazione Piatti questo principio è una realtà e ispira l’azione organizzativa. L’obiettivo è fare sempre meglio, nell’anno nuovo e in quelli a venire, con attenzione e perseveranza.

Auguri di Buon 2015 a tutti!