Grande partecipazione all’Open Day del CTRS di Milano

Oltre 200 persone hanno partecipato lunedì 17 giugno all’Open Day del Centro Terapeutico Riabilitativo Semiresidenziale (CTRS) per il Trattamento dell’Autismo e dei Disturbi Pervasivi dello Sviluppo di Milano (via Rucellai, 36). Una intera mattinata a porte aperte con cui ha preso ufficialmente il via l’attività di questo nuovo centro gestito da Fondazione Piatti, che si configura come una Unità di offerta semiresidenziale di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza convenzionata con il Servizio Sanitario Regionale.

A rappresentare le istituzioni cittadine, l’Assessore alle Politiche Sociali e Cultura della Salute, Pierfrancesco Majorino, e l’Assessore alla Sicurezza e Coesione Sociale, Marco Granelli, che a nome del Sindaco e del Comune di Milano hanno confermato la volontà di accompagnare e sostenere l’iniziativa. Presenti anche, per  il Consiglio di Zona 2, il presidente Mario Villa e i consiglieri Luigi Tranquillino e Maria Vittoria Sblendido. Il parroco di San Michele Arcangelo in Precotto, Don Giancarlo Greco, ha benedetto tutti i convenuti e la struttura, invitando a una profonda riflessione sul valore della persona in quanto tale.

 

La cronaca della giornata ha visto, dopo un caffè di benvenuto, i messaggi di saluto e di introduzione dei rappresentanti le diverse realtà che animano il Centro Mafalda Luce, sede del nostro CTRS (Fondazione Gaetano e Mafalda Luce, Università Campus Bio-Medico, Angsa Lombardia, Associazione Amici del Campus Bio-Medico), conclusi dalla Presidente di Fondazione Piatti, Cesarina Del vecchio. Michele Imperiali e Paolo Aliata, rispettivamente Direttore Generale di Fondazione Piatti e Responsabile del CRTS Milano, hanno poi illustrato il “pensiero” che sottende l’attività che verrà svolta nel centro e il suo modello operativo. A seguire i presenti hanno potuto visitare i luoghi del CTRS, ciascuno presentato da un membro dell’equipe multidisciplinare che opera nella struttura.

“Il nostro primo obiettivo è quello di avere un ambiente che si adatti quasi plasticamente alle esigenze dei bambini e che sia facile da capire e interiorizzare – spiega il responsabile del CTRS, dottor Paolo Aliata – Ecco perché abbiamo scelto di seguire il principio del “come se”, che suggerisce di organizzare gli spazi per renderli il più possibile assimilabili a quelli della reale vita quotidiana”.

Un open day di successo che speriamo sia di buon auspicio per l’avvio delle attività, buon inizio!

Si ringrazia in modo particolare per la collaborazione e i prodotti offerti: Mobilferro Parmalat e Sodexo.

Scarica i materiali della presentazione

Scarica la Rassegna_stampa_open_day_17_giugno_2013_rev3

(aggiornata al 3 luglio 2013), oppure visualizza la versione sfogliabie online 

Guarda le foto 

Guarda il video della giornata

Articolo pubblicato il 18 giugno 2013