Anch’io protagonista! – Cinema e disabilità – Cineforum Anffas Varese 2016

locandina_defIn occasione della Giornata Mondiale dell’Autismo, Anffas onlus di Varese inaugura il Cineforum 2016 dal titolo “ANCH’IO PROTAGONISTA!”. La rassegna vuole porre in evidenza l’autodeterminazione e la consapevolezza delle persone con disabilità e come la loro presenza nella società possa indicare punti di vista diversi e dare risvolti positivi a situazioni a volte anche drammatiche.
Ecco i film in programma:
Sabato 2 aprile 2016, ore 21.00 presso la Sala Garden – Via IV Novembre 17 – Gavirate (VA) 

ADAM (USA 2009) Regia di Max Mayer
Presentazione a cura di Alessandro Leone – Cinequanon
Adam è un giovane ingegnere elettronico che realizza giocattoli per una fabbrica. La sua passione è l’astronomia. Adam è affetto dalla sindrome di Asperger. Il suo destino sembra essere la solitudine finché un giorno, incontra Beth, una scrittrice di libri per bambini che insegna in una scuola. Potrebbe nascerne una storia a due. Ma il film di Mayer (grazie anche alla notevole prestazione di Hugh Dancy e di Rose Byrne) imbocca la strada di una ricerca che lascia alle spalle il romanticismo prevedibile per addentrarsi nella più complessa ricerca di cosa significhi amare e lasciarsi amare. “Un Piccolo Principe con una sindrome autistica (Mymovies)”.

Venerdì, 8 aprile 2016 ore 21 presso il Cinema Castellani – Via Acquadro, 32 – Azzate (VA)

GABRIELLE – Un amore fuori dal coro (Canada 2013) Regia di Louise Archambault
Presentazione a cura di Alessandro Leone- Cinequanon
Gabrielle ha vent’anni, un deficit intellettivo e un grande amore, Martin. Vivace e dotata di un grande talento musicale (Gabrielle soffre di una malattia genetica rara, la sindrome di William, un ritardo mentale associato a un carattere estremamente socievole e a una straordinaria abilità musicale), canta nel coro de Les Muses de Montréal e vive in un centro per ragazzi con disabilità. Amata e legata a Sophie, la sorella maggiore che sogna di raggiungere il fidanzato in India, Gabrielle ama riamata Martin e desidera con lui un appartamento e un appuntamento, dove consumare la loro prima volta. Osteggiati dalla madre di Martin, Gabrielle e Martin vengono ingiustamente separati. Ma Gabrielle è decisa a vivere una vita normale. Un concerto d’estate e una canzone di Robert Charlebois realizzeranno i suoi sentimenti e la sua ‘indipendenza’.
In equilibrio tra documentario (sensibile) e finzione (sentimentale), un film girato con grande rigore (Mymovies).

Sabato, 16 aprile 2016 ore 21, presso il Cinema Parrocchiale – Via Porro, 64 – Induno Olona (VA)

IO SONO MATEUSZ (Polonia 2013) Regia di Maciej Pieprzyca
Presentazione a cura di Matteo Angaroni – Cinequanon
Al piccolo Mateusz, con disabilità grave, è stata diagnosticata una paralisi cerebrale. I medici sono convinti che non capisca niente e non possa fare progressi di alcun genere, per cui gettano la spugna. I suoi genitori no. La cura della madre e l’allegria del padre, regalano a Mateusz un’infanzia degna di essere vissuta, nonostante la frustrazione di non poter comunicare. Dovranno passare 25 anni perché qualcuno si renda conto dell’intelligenza imprigionata in quel corpo indomabile e offra finalmente a Mateusz gli strumenti per dire chi è e chi è sempre stato. La storia si ispira alla storia vera di Przemek, ragazzino semiparalizzato dalla nascita e incapace di parlare, “liberato” dall’incomprensione (e dall’etichetta di vegetale) all’età di 16 anni.
Il film trova il modo giusto per raccontare una vita ingiusta. E apre una porta al sorriso (Mymovies).

Sabato, 23 aprile 2016 ore 17, presso il Cinema Teatro Nuovo – Viale dei Mille 39 – Varese

COME SALTANO I PESCI (Italia 2016) Regia di Alessandro Valori
Presentazione a cura di Cinequanon
Matteo è un ragazzo di 26 anni con una vita perfetta: un sogno nel cassetto, due genitori che lo amano profondamente e una sorellina, Giulia, che vede in lui il suo eroe. Tutto si sgretola quando riceve una telefonata: il suo mondo era costruito attorno ad una terribile bugia. Matteo per far luce sull’accaduto parte alla ricerca della verità, accompagnato dalla sorella Giulia. Durante il viaggio incontra Angela una ragazza che vive di espedienti e che a differenza sua sta scappando dal passato. Ci sono altre persone a lui vicine di cui ignorava l’esistenza. Capirà che la famiglia è famiglia quando c’è l’amore, quando c’è la condivisione, quando c’è il coraggio di dimenticare. A far da argine alla catastrofe degli affetti è il buon senso di Giulia, personaggio acuto e sensibile che riesce a tirar fuori il meglio da ciascuno e indicare altri punti di vista. Giulia è interpretata da Maria Paola Rosini, seguita sino all’età di 18 anni dal Centro di Riabilitazione di Anffas Macerata, ora frequenta l’istituto Alberghiero con il sogno di poter aprire un bar.

Ogni film sarà preceduto dalla proiezione di un “corto” offerto dal Festival del Cinema Nuovo di Gorgonzola – Concorso internazionale cortometraggi interpretati da disabili di comunità, centri diurni o residenziali, e associazioni di volontariato.

Quattro appuntamenti da non perdere per riflettere attraverso il linguaggio cinematografico sulla disabilità che affronta il quotidiano. Per maggiori informazioni, cliccare qui o scaricare la locandina completa.

L’ingresso è gratuito, vi invitiamo a partecipare numerosi per conoscerci e conoscervi.