Grazie a molti, Fondazione Piatti continua a proteggere i più fragili

La Fase 2 è ufficialmente iniziata e le misure di protezione messe in atto da Fondazione Piatti continuano con un alleato in più: la generosità. Infatti, grazie alla campagna “Proteggiamoli ancora di più”, tanti amici, aziende e fondazioni vicini a Fondazione Piatti hanno permesso l’acquisto di migliaia di mascherine, cuffie monouso e guanti per proteggere le persone con disabilità di cui ci prendiamo cura.
Con la chiusura obbligatoria dei centri diurni e dei centri riabilitativi per minori, attualmente sono attive 9 delle nostre 16 strutture; ovvero: due residenze per persone con disabilità (San Fermo a Varese e Sesto Calende), sei comunità socio-sanitarie (CSS, Bobbiate e Brunella a Varese, tre a Busto Arsizio e una a Melegnano) e una comunità per adolescenti con gravi problemi comportamentali (CT, Fogliaro a Varese). Queste strutture coinvolgono 165 ospiti e 190 operatori, a cui devono essere aggiunte 12 persone nella sede centrale per le funzioni di gestione e direzione. Ovvero, 367 persone nei confronti delle quali l’imperativo categorico è la salvaguardia della sicurezza e della salute.

La campagna “Proteggiamoli ancora di più” si sostanzia in misure straordinarie di protezione per gli ospiti e per gli operatori: non solo acquisto di materiali e dispositivi per la protezione di ospiti e operatori, ma anche adozione di comportamenti idonei alla salvaguardia della sicurezza e, nel contempo, rispettosi della qualità di vita ed elaborazione di modelli esperienziali di comportamento nell’emergenza.

Il fabbisogno economico del progetto è correlato al tempo in cui si protrarrà l’emergenza. La stima della copertura è basata su un’approssimazione ammonta a oltre 50.000 euro/mese per l’acquisto dei vari DPI; per questo la raccolta fondi non si ferma e chiunque può dare il proprio contributo con una donazione qui: https://sostieni.fondazionepiatti.it/campagne/coronavirus/.