Fondazione Piatti presenta il nuovo Consiglio di Amministrazione

Si è insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione di Fondazione Renato Piatti onlus, ente a marchio Anffas – Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e disturbi del neuro sviluppo.

Lo statuto, che la Fondazione ha recentemente aggiornato, ha portato il numero dei membri del CdA da 7 a 9. Non è invece stata modificata la filosofia di fondo dell’organo di governo della Fondazione che integra il codice delle famiglie con quello delle professionalità.

“Genitori amministratori”, tutti soci di Anffas Varese, e professionisti provenienti da diversi settori della società civile cittadina, collaborano efficacemente da oltre 20 anni per rispondere sempre più e meglio ai bisogni delle persone con disabilità, autismo e disagio psichico e delle loro famiglie. Il nuovo CdA governerà per i prossimi 4 anni un’organizzazione oggi costituita da 16 centri sanitari e socio sanitari diurni e residenziali in cui sono accolti oltre 550 persone di tutte le età assistita da circa 400 operatori e collaboratori con l’aiuto di 119 volontari.

Confermata Presidente di Fondazione Piatti Cesarina Del Vecchio; il nuovo vice presidente, invece, è Emilio Rota che ricopre anche le cariche di vice presidente di Anffas Nazionale e presidente di Anffas Regione Lombardia.

Prosegue l’impegno di Paolo Bano, Presidente di Anffas Varese, genitore membro di diritto del CdA secondo lo statuto della Fondazione.

Tra i consiglieri le nuove nomine sono: Anna Maria Brusa, avvocato varesino, già membro del CdA di Anffas Varese; Alessandro Bernardini, CEO di Tecniplast S.p.A azienda vicina da molti anni a Fondazione Piatti e Carlo Lucchina, conosciuto manager della sanità lombarda

Confermati i consiglieri Marino Monzini, Paolo Tognella con delega a Consigliere Delegato e Renzo Vanetti.

Il Collegio dei Revisori è composto da: Salvatore Giallo, presidente; Alessandra Di Stefano e Salvatore Musella.

Fanno parte dell’Organismo di Vigilanza: Maurizio Cappelletti, presidente; Luisella Carchen e Daniele Franzetti.

Hanno, invece, terminato il proprio mandato, ma solo all’interno del Consiglio, Maria Caccia Dominioni, figura di riferimento della Fondazione Piatti che rimarrà sempre vicina alla Fondazione e non farà mai mancare il suo instancabile contributo soprattutto nella raccolta fondi sul territorio milanese ed Emilio Franzi, per anni presidente del Collegio dei Revisori.

«Ci aspettano 4 anni di grandi sfide – afferma Cesarina Del Vecchio, presidente di Fondazione Renato Piatti onlusDevo ringraziare molto le persone che hanno accettato di entrare a far parte del nuovo Consiglio di Fondazione Piatti in un momento così delicato, ben consapevoli che ci aspetta un periodo sicuramente impegnativo e che saremo chiamati a decisioni non facili. L’ampliamento del numero dei membri del CdA per me è una garanzia ulteriore che ci permette di allargare la nostra visione e il nostro orizzonte sapendo di poter contare non solo sulla grande esperienza dei familiari di persone con disabilità ma anche su figure professionali preparate e competenti.»

Fondazione Piatti, nel frattempo, ha pubblicato anche il suo Bilancio Sociale, un prezioso strumento di rendicontazione, capace di cogliere gli aspetti peculiari che hanno contraddistinto il lavoro di un intero anno e, in primo luogo, la capacità della Fondazione di rispondere ai bisogni delle persone fragili di cui si prende cura e dei loro familiari. 

Il Bilancio Sociale 2019 è consultabile sul sito internet di Fondazione Piatti all’indirizzo http://fondazionepiatti.it/ultimo-bilancio/