Grande partecipazione alla posa virtuale della prima pietra de La Nuova Brunella – Centro per le Disabilità e la Famiglia

IMG_2965_webLa cittadinanza, le istituzioni, i partner di progetto e molti amici si sono stretti intorno a Fondazione Piatti, giovedì 15 maggio, per la posa della prima pietra de “La Nuova Brunella – Centro per le Disabilità e la Famiglia”. L’evento, organizzato in concomitanza con la 20^ Giornata Internazionale della Famiglia indetta dall’ONU, ha segnato ufficialmente l’avvio dei lavori di riqualificazione per scopi sociali dell’ex convento dei Frati Francescani di via Crispi 4, a Varese. La mattinata si è aperta con la conferenza stampa, durante la quale hanno preso la parola, oltre alla Presidente della nostra Fondazione, Cesarina Del Vecchio, e al Direttore Generale, Michele Imperiali, i rappresentanti delle istituzioni e degli enti “compagni di viaggio”: Giovanni Daverio, Direttore Generale Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato di Regione Lombardia; Andrea Mascetti, membro della Commissione di Beneficenza di Fondazione Cariplo; Piergiorgio Berni, Commissario Straordinario di ASL Varese; Sergio Ghiringhelli, Assessore ai lavori pubblici, viabilità, commercio, protezione civile del Comune di Varese; Emilio Rota, presidente di Anffas Lombardia; Don Pino Gamalero di Fondazione Istituto La Casa; Don Marco Casale, Parroco della Chiesa di S. Antonio da Padova alla Brunella; Mons. Franco Agnesi, Vicario episcopale di Zona. In sala erano presenti, tra gli altri, anche Mons. Gilberto Donnini, prevosto di Varese, Lucas Maria Gutierrez, Direttore Sociale di Asl Varese, e Carlo Negri, Presidente della Fondazione Istituto La Casa.

Al termine della conferenza stampa, è stato seguito con molta partecipazione il momento di posa “virtuale” della prima pietra – su un muricciolo in polistirolo espanso realizzato ad hoc – con la benedizione congiunta da parte di Mons. Agnesi e Mons. Donnini, al cui termine i maggiori rappresentanti di Fondazione Piatti, dei partner e delle istituzioni presenti hanno lasciato la loro firma sul pannello commemorativo creato per l’occasione. I partecipanti hanno poi potuto visitare il terzo piano dell’edificio, dove verrà realizzato un nuovo centro per la presa in carico della famiglia nella sua globalità. “La famiglia è il nostro motore, lo snodo in cui ci troviamo ad operare quotidianamente – ha spiegato Cesarina Del Vecchio, presidente di Fondazione Piatti – e qui ci occuperemo della famiglia che vive la realtà della disabilità, ma anche della famiglia che si trova, più estensivamente, in condizioni di fragilità”.

I lavori di adeguamento e di miglioramento degli impianti e delle strutture interne dell’intera palazzina di Via Crispi, 4 partiranno a giugno. L’edificio verrà riqualificato per accogliere: al piano terra un centro di neuropsichiatria infantile, al primo piano una comunità alloggio per persone con disabilità adulte, al secondo piano le nuove sedi di Fondazione Piatti, Anffas Varese e Asa Varese con il centro studi e formazione sulle disabilità, al terzo piano il Centro per la famiglia in collaborazione con la Fondazione Istituto La Casa, che proseguirà la sua attività quotidiana di consultorio accreditato all’ultimo piano dell’edificio, dove già attualmente opera.

La posa della prima pietra ha rappresentato anche il momento di lancio pubblico della campagna di raccolta fondi per un milione di euro, necessari a coprire integralmente i costi totali per l’acquisto e la ristrutturazione dell’immobile, che sono pari a 3.150.000 euro. Parte di questi costi sono infatti già coperti da Fondazione Cariplo, che ha stanziato un finanziamento di 1.200.000, selezionando il progetto all’interno del Bando Interventi Emblematici 2013; dai partner, Anffas Varese e Fondazione Istituto La Casa; e da investimenti con mezzi propri di Fondazione Piatti (proventi da vendita vecchia sede).

Ringrazio di cuore le persone che hanno scelto fin da subito di contribuire alla realizzazione di questo grande progetto con una loro donazione – scrive Maria Caccia Dominioni, vicepresidente di Fondazione Piatti – confido che altri scelgano di mettere idealmente una firma sui tanti mattoncini rossi che caratterizzano la struttura. Ogni contributo sarà per noi prezioso, un investimento per il bene di tutti”.

Scarica il documento di presentazione de “La Nuova Brunella” oppure puoi sfogliarlo online.

Guarda le foto della giornata

Scarica la rassegna stampa dell’evento

Come donare:

  • Versamento sul Conto Corrente Postale N° 30181465 intestato a Fondazione Renato Piatti onlus
  • Bonifico Bancario sul Conto Corrente N° 21423×44 intestato a Fondazione Renato Piatti onlus: IBAN IT 91 P05696 10801 000021423 X44
  • Online con carta di credito o PayPal nella sezione dona ora del sito
  • Causale della donazione: progetto La Nuova Brunella